"Through the mythology of Einstein, the world blissfully regained the image of knowledge reduced to a formula"

 

Roland Barthes

 


Un nuovo Parco Urbano a Roma

PRESTAZIONI
La genesi progettuale del parco è costituita, in effetti, proprio dai percorsi, che richiamano la geologia del bacino di Roma. Ad un asse principale NORD-SUD, si affiancano le unghiature secondarie che aspirano a riconnettere le varie zone del parco urbano seguendo un andamento fluido, lavico, base per il modellamento dell’orografia del sito.
Ad eccezione della piazza del municipio in prossimità della 
fermata Gardenie della metro C, le soste non sono altro che variazioni della sezione planimetrica dei percorsi stessi, sottolineate dall’accostamento di un materiale differente, 
resistente e stabile, un gioco alla Corajoud, come insegna nel parc Grenoble, a Villeneuve. La piazza del Municipio, al contrario, diviene più fitta di segni, sincopata, jazz, spazzata e infine ortogonale, a segnalare il definitivo aggancio con la città costruita dalla situazione più naturale e diradata ad Ovest.
MATERIALI
La scelta dei materiali e le dimensioni dei percorsi sono commisurate all’intensità d’uso e al tipo di percorrenza, senza che si scenda mai sotto ai 3,5 m di larghezza. 
Potranno ad esempio essere utilizzati asfalto grigio o colorato, tavole in legno o traversine, cemento in lastre o blocchi, terra stabilizzata, calcestre, ghiaia. La scelta e la realizzazione di ulteriori percorsi secondari potrà avvenire anche nel corso del tempo e in relazione a consuetudini e necessità che si verificheranno con l’effettivo uso del parco.

 

 

Chaumont sur Loire: "Ordre et Désordre"

Nella sua tredicesima edizione il Festival Internazionale di Chaumont-sur-Loire proponeva uno dei temi 
di riflessione più avanzati della speculazione scientifica contemporanea, la Teoria del Caos. Chiamati 
a confrontarsi con un argomento già ampiamente oggetto di dibattiti scientifici e riflessioni filosofiche 
e artistiche, i 23 vincitori del 2004 ( tra cui la classe di Habitat Design dell'Istituto Quasar ) allestirono giardini nei quali si indagavano sotto il profilo sia speculativo che intuitivamente creativo, le complesse dinamiche teoriche e culturali alla base della contemporanea speculazione.

 

Vai all'articolo 

Vai all'approfondimento dell' IstitutoQuasar

 

 

Roma_ V Municipio

Le analisi urbanistiche hanno un intento non solo conoscitivo, ma anche operativo, soprattutto nel dare riferimenti ed orientamenti alla successiva pianificazione. In questa sequenza, 

- analisi ambientali ed ecologiche: rete ecologica, catasto dei biotopi, vincoli;

- analisi della mobilità: rete stradale, tipi di traffico (su gomma, ferro...);

- analisi del tessuto urbano: diffrenziazioni tipologiche, funzionali, elementi di valenza artistica;

- sintesi delle analisi: punti deboli e punti di forza, sia antropologici che ambientali.

 

 

© 2015    alessandrabolli.com    all rights reserved